Piano dell'Offerta Formativa Triennale

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

        

Secondo le leggi che regolano l’autonomia, in vigore dall’anno scolastico 2000/2001, il

Piano dell’Offerta Formativa ( P.O.F.),

dall'a.s. 2015-16 denominato  Piano Triennale dell'Offerta Formativa (P.T.O.F.),

è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia coerentemente con le direttive ministeriali e tenendo conto del contesto storico, geografico, sociale, economico e culturale del territorio e delle esigenze formative dell’utenza.

Esso, muovendo dalle linee di indirizzo dell'Istituto e coerentemente con i bisogni emersi nell'attività di autovalutazione della scuola mediante il R.A.V. (Rapporto di Autovalutazione) declina tutti gli interventi educativi e didattici da realizzarsi nel corso di ciascun triennio di riferimento.

La scuola, con l’apporto delle competenze professionali del personale e con la collaborazione e il concorso delle famiglie/utenti, delle istituzioni e della società civile, s'impegna a ricercare la qualità delle attività educative.  

Il P.T.O.F. costituisce una direttiva per l'intera comunità scolastica, delinea l'uso delle risorse di Istituto e la pianificazione delle attività curricolari, extracurricolari, di sostegno, recupero, orientamento e formazione integrata.

Il P.T.O.F. ha come riferimento normativo il “Regolamento sull’Autonomia” (D.P.R.275/99), il D.L.vo 297/94 (artt. 118 e 119) e la normativa vigente relativa alle Indicazioni Nazionali per il curricolo. Inoltre persegue e fa propri i principi-base della Carta dei Servizi ispirati agli art. 3, 21, 33 e 34 della Costituzione: uguaglianza, imparzialità, accoglienza e integrazione, diritto di scelta, partecipazione, collaborazione, libertà di insegnamento, garantendone la concreta attuazione.

PTOF (Piano triennale offerta formativa) è stato introdotto dalla legge n. 107 del 13/07/2015. La Legge n.107/2015 al comma 14 definisce il Piano Triennale dell’Offerta Formativa “il documento base che definisce l’identità culturale e progettuale della scuola e chiarisce la progettazione curricolare, extracurricolare e organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia”. Il PTOF è documento che prevede una progettualità triennale, potrà essere aggiornato, rivisto e modificato annualmente, sulla base di esperienze e osservazioni da parte di tutte le componenti della comunità scolastica ed extrascolastica. Il piano riflette le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale, tenendo conto della programmazione territoriale dell'offerta formativa. Il piano è stato elaborato dal collegio dei docenti, tramite la funzione strumentale preposta, sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal dirigente scolastico con proprio atto.

Il monitoraggio, accompagnato da riflessioni e confronti tra docenti e verifiche con i genitori/utenti, nei momenti programmati dagli Organi Collegiali, permette di controllarne l’andamento al fine di apportare eventuali modifiche e variazioni.

L’istituzione scolastica per adulti, CPIA Napoli Città 2, nel suo piano dell’offerta formativa comprende i corsi istituzionali previsti dall’ordinamento (DPR 263/12) e corsi di alfabetizzazione funzionale che comunque concorrono all’acquisizione di competenze previste per i corsi ordinamentali.

 

I corsi ordinamentali sono:

 

  • Alfabetizzazione e apprendimento  della  lingua italiana: i percorsi di alfabetizzazione  e  di  apprendimento  della lingua italiana destinati agli adulti stranieri finalizzati  al  conseguimento  di  un titolo attestante il raggiungimento di un livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue elaborato dal Consiglio d'Europa.

 

 

  • I livello di Istruzione – Secondo Periodo Didattico: il secondo periodo didattico è  finalizzato al  conseguimento della certificazione attestante l'acquisizione  delle  competenze  di base connesse all'obbligo di istruzione di cui al citato decreto  del Ministro della pubblica istruzione 22 agosto 2007, n.  139,  relative alle attivita' e insegnamenti generali comuni a tutti  gli  indirizzi degli istituti  professionali  e  degli  istituti  tecnici.

 

I percorsi di alfabetizzazione funzionale programmati riguardano l’area lingistico-informatica, storico-artistica e trasversale di orientamento al lavoro

 


Allegati

Contatti